Argomento: comandamenti

Contenuti che riguardano l’argomento “comandamenti”

Un po’ di riposo ci vuole. 16ª Domenica del Tempo Ordinario (B)

Un po' di riposo ci vuole

Mettendoci nei panni nei Dodici, domenica scorsa abbiamo immaginato che non fossero poi così contenti di andare in missione, dopo aver assistito al flop del loro Maestro a Nazaret. Oggi invece – di ritorno dalla spedizione – li ritroviamo tutti pimpanti, pieni di entusiasmo, a raccontare a Gesù tutte le loro grandi imprese di evangelizzazione: era andata meglio del previsto, oltre ogni aspettativa! Probabilmente erano così galvanizzati e carichi di adrenalina, che – se fosse stato per loro – sarebbero…

Continua a leggere →

Amicizia condizionata? 6ª Domenica di Pasqua (B)

Amicizia condizionata

Il brano evangelico ascoltato questa domenica è la continuazione di quello di domenica scorsa, e fa un tutt’uno con l’immagine allegorica della vite e dei tralci. Partendo da quella similitudine, ora Gesù ne esplicita il significato e propone l’applicazione concreta: come il tralcio deve rimanere unito alla vite per portare frutto, così noi dobbiamo rimanere nel Suo Amore, perché la Sua gioia sia in noi e la nostra gioia sia piena. Il verbo “rimanere” sta particolarmente a cuore all’evangelista Giovanni… è il verbo della dimora, della frequentazione, e richiama l’esperienza autobiografica del suo primo incontro con Gesù…

Continua a leggere →

Dieci Parole. 3ª Domenica di Quaresima (B)

Dieci Parole di Vita

Il brano evangelico di oggi inizia quasi ricordandoci quanto il tempo corra veloce (se mai ce ne fosse bisogno): «Si avvicinava la Pasqua dei Giudei…». Tra meno di un mese sarà Pasqua anche per noi, e – se il Signore ce lo concederà – potremo rivivere solennemente i grandi misteri della nostra Salvezza. Ma – per adesso – siamo ancora in cammino, e abbiamo ancora dei passi importanti da fare…

Continua a leggere →

Perché “nuovo”? 5ª Domenica di Pasqua (C)

Un comandamento nuovo

5ª Domenica di Pasqua – «Nuovo» è una di quelle parole “magiche” che ci attira subito. Ci piacciono un sacco le cose nuove: ci piace poter cambiare l’auto vecchia con una nuova, il cellulare vecchio con uno nuovo, l’anno vecchio con uno nuovo… La novità ci piace non solo perché (nel caso delle cose) nessuno l’ha mai usata, ma anche perché (nel caso del tempo) non l’abbiamo ancora sperimentata, e quindi lascia spazio all’attesa, alla speranza in qualcosa di buono.
Ma perché Gesù definisce “nuovo” qualcosa che sembra antico come il mondo?
Il comandamento di Gesù è realmente “nuovo”, perché nessuno si era spinto così in là nell’Amore, e perché solo in Cristo ci è data anche la forza per metterlo in pratica.

Continua a leggere →