Argomento: gioia

Contenuti che riguardano l’argomento “gioia”

Alzati, e guarda in alto! |
Epifania del Signore

Guarda in cielo, e conta le stelle

La solennità dell’Epifania è luminosa, piena di gioia, carica di speranza e promesse. Ma per viverla dobbiamo accogliere l’invito che ci fa il profeta Isaia nella prima lettura: «Àlzati, rivestiti di luce, perché viene la tua luce… Alza gli occhi intorno e guarda». È quello che hanno fatto i Magi: «Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti…»

Continua a leggere →

Dio ci ama, tutti |
Natale del Signore 2020

Dio ci ama

Ci si scambiano tanti regali a Natale… magari quest’anno un po’ meno, a causa dell’ennesimo lockdown per la pandemia. Ce ne fa tanti anche il Signore (e non solo a Natale), ma forse non ce ne accorgiamo, perché sono cose che diamo per scontate. Eppure non lo sono…
Pensate – ad esempio – alla salute: in un anno come questo cosa c’è di meno scontato della salute? Eppure quanti di noi ringraziano il Signore di non essersi ammalati di Coronavirus? O di esserne guariti?

Continua a leggere →

Essere o non essere |
3ª Domenica di Avvento (B)

Essere o non essere

Siamo già alla terza domenica del Tempo di Avvento, quella la tradizione ha soprannominato «Gaudete», ovvero «rallegratevi». È un invito a gioire nel Signore, e i brani della Scrittura che ci sono proposti hanno tutti questa impronta.
Nella prima lettura il profeta Isaia esclama: «Io gioisco pienamente nel Signore, la mia anima esulta nel mio Dio».

Continua a leggere →

L’abito… fa il monaco! |
28ª Domenica del Tempo Ordinario (A)

l'abito fa il monaco

Chi di noi rifiuterebbe l’invito a una festa? Fosse anche solo un happy hour, un aperitivo, un brunch? Se poi è pure gratis… E invece, il vangelo di oggi ci dipinge a tinte forti l’inspiegabile rifiuto di un invito a nozze.
Dopo la parabola dei due figli (v. due domeniche fa) e quella dei vignaioli omicidi (v. domenica scorsa), Gesù espone un altro racconto che ha come sottofondo l’amaro tema del rifiuto della salvezza da parte del popolo d’Israele.

Continua a leggere →

Correre sì, ma con una meta! |
Domenica di Pasqua

Correre

Si corre per tanti motivi nella vita: per paura del pericolo, per la fretta di fare tutto quel che ci tocca, per competere e vincere, per l’impazienza di un incontro gioioso…
Tutti conosciamo quel famoso proverbio del leone e della gazzella che termina con «non importa che tu sia leone o gazzella, l’importante è che cominci a correre».
Anche il cristiano sa che deve correre: è importante che non smetta mai di correre e di aver la forza e il desiderio di correre, ma non per paura di morire, bensì per il desiderio di vivere per sempre, nel Cristo Risorto che vive in eterno.

Continua a leggere →