Argomento: incredulità

Contenuti che riguardano l’argomento “incredulità”

Oltre i pregiudizi. 14ª Domenica del Tempo Ordinario (B)

Oltre i pregiudizi

Se c’è una cosa che ci fa imbestialire è che qualcuno ci interrompa mentre stiamo parlando, magari dicendo «ho capito dove vuoi arrivare». Un po’ come quando – da bambini – cercavamo di raccontare una barzelletta e un compagno saltava su a urlare «la so, la so!» e rovinava la suspense, rivelando anzitempo il finale. Marco annota che Gesù aveva appena cominciato ad insegnare nella sinagoga e i suoi compaesani – invece di ascoltare quello che diceva – si erano messi subito a questionare. Io mi sarei arrabbiato…

Continua a leggere →

Incredibile, ma vero! 3ª Domenica di Pasqua (B)

Incredibile, ma vero!

Il Gesù che appare più e più volte a Pasqua e nei giorni successivi non è più lo stesso di prima: è irriconoscibile. La Maddalena l’aveva scambiato per il custode del giardino (cfr Gv 20,15), i due di Emmaus per un semplice viandante (cfr Lc 25,15-16). Come mai non lo riconoscono? È proprio così diverso da prima, oppure sono i loro occhi ad essere annebbiati? Tutte e due le cose, come si capisce dai racconti. Anzitutto è lo stato di dolore e prostrazione interiore dei discepoli ad ostacolare in loro ogni nuova esperienza di vita. Sappiamo bene di che si tratta, perché anche noi – chi più, chi meno – siamo stati visitati e segnati più…

Continua a leggere →

Io credo, noi crediamo. 2ª Domenica di Pasqua (A) – “della Divina Misericordia”

Io credo, noi crediamo

«Tutti i credenti stavano insieme e avevano ogni cosa in comune… Ogni giorno erano perseveranti insieme nel tempio e, spezzando il pane nelle case, prendevano cibo con letizia e semplicità di cuore, lodando Dio e godendo il favore di tutto il popolo».
Questo branetto della prima lettura illumina e aiuta a capire il vangelo che ascoltiamo ogni anno la domenica dopo Pasqua.

Continua a leggere →

Un prete muto. 19 dicembre – Novena di Natale 3

Muto!

L’altro ieri, cominciando la Novena di Natale, dicevamo di come quella serie di nomi elencano una serie di storie: alcune di fede, altre di peccato. A quale di queste storie appartiene Zaccaria? Il brano evangelico di oggi – all’inizio – lo ce lo presenta come un santo. Descrivendolo assieme alla moglie Elisabetta, annota: «erano giusti davanti a Dio e osservavano irreprensibili tutte le leggi e le prescrizioni del Signore».

Continua a leggere →