Argomento: perdono

Contenuti che riguardano l’argomento “perdono”

Amicizia condizionata? 6ª Domenica di Pasqua (B)

Amicizia condizionata

Il brano evangelico ascoltato questa domenica è la continuazione di quello di domenica scorsa, e fa un tutt’uno con l’immagine allegorica della vite e dei tralci. Partendo da quella similitudine, ora Gesù ne esplicita il significato e propone l’applicazione concreta: come il tralcio deve rimanere unito alla vite per portare frutto, così noi dobbiamo rimanere nel Suo Amore, perché la Sua gioia sia in noi e la nostra gioia sia piena. Il verbo “rimanere” sta particolarmente a cuore all’evangelista Giovanni… è il verbo della dimora, della frequentazione, e richiama l’esperienza autobiografica del suo primo incontro con Gesù…

Continua a leggere →

4 in matematica. 24ª Domenica del Tempo Ordinario (A)

4 in matematica

Ho già commentato il brano di vangelo di questa domenica in un giorno feriale di marzo, durante il terribile periodo di quarantena per la pandemia, perciò rimando anzitutto alla prima parte di quella riflessione, senza ripetermi qui (v. Di più di “di più”, 17 marzo 2020).
Allora facevo leva sui numeri, ma oggi vorrei abbandonarli subito, perché credo che al Signore non piacciono un granché.

Continua a leggere →

Di più di “di più”. Quanta misericordia bisogna usare?

di più

«La misura dell’amore è amare senza misura», scriveva San Bernardo di Chiaravalle. Se pensiamo che nell’amore si possa ragionare in termini di quantità (come credeva l’apostolo Pietro – chiedendo quante volte bisogna perdonare al fratello) partiamo già col piede sbagliato. L’amore è questione di qualità. O ami con tutto te stesso o non ami affatto! E visto che il perdono è la forma più grande dell’Amore, perdonare davvero è possibile solo se si perdona sempre, e a chiunque.
Solo Dio ci può insegnare questo. E non ce lo insegna “teoricamente”, ma proprio facendoci destinatari ogni giorno di una misura incommensurabile di Amore e Misericordia.
Riusciremo a non dimenticare subito quanto e quale Amore abbiamo ricevuto, così da donarlo a nostra volta ai fratelli?

Continua a leggere →

Va’ dove non ti porta il cuore. 7ª Domenica del Tempo Ordinario (A)

Va' dove non ti porta il cuore

Quando Gesù ci chiede di essere «perfetti come il Padre nostro celeste» sembra chiederci qualcosa di umanamente impossibile. Ma il primo passo da fare per incamminarsi su questa strada è – anzitutto – considerare che Dio ci ama da sempre e per sempre, e ci ama ancor di più quando meno ce lo meritiamo, quando siamo immersi nei nostri peccati. Solo se sperimentiamo l’immensa misericordia di cui Dio ci ricopre e ci riempie, possiamo cominciare a guardare il mondo e gli altri con gli occhi di Dio, che non fa preferenza di persone. Anzi: fa sorgere il suo sole cominciando proprio dai cattivi; ama tutti indistintamente, a partire proprio dai peccatori.

Continua a leggere →