Argomento: Santi

videosorveglianza

Dio ti vede! …no, ti sorveglia

Al giorno d’oggi Dio è assimilato al “Grande Fratello”, un “impiccione” che ci tiene d’occhio ed entra nei meandri più segreti e intimi della nostra vita. Se abbiamo questa immagine di Dio è dura credere. Questo non è un Padre, ma un padrone, un controllore esigente e inflessibile. Ma Gesù ci ha chiesto di tornare ad essere come i bambini proprio per tornare a sentire Dio come un Padre, un papà, amorevole e attento, così che i loro bambini non si facciano male, e – una volta cresciuti – non facciano del male a nessuno.

Un piccolo pettirosso nella neve

Dio sceglie i piccoli

Martedì della 2a settimana, Sant’Agnese – Non dobbiamo fare sempre l’errore di pensare che la santità sia un’altissima montagna da scalare con il solo aiuto delle nostre forze. La santità è anzitutto dono di Dio, che scegli i piccoli, i deboli, i poveri, i più improbabili. E forse la montagna più difficile da scalare per noi e proprio quella dell’umiltà.

schiera dei santi

Missione… possibile!

Solennità di Tutti i Santi – Il difetto più grande di noi cristiani è quello di non credere alla nostra santità. Siamo convinti che essere Santi sia una “missione impossibile”, perché crediamo che dipenda da noi, dall’essere disposti a fare sforzi sovrumani. Invece la Santità è dono di Dio, ed è possibile vivere da Santi se – riconoscendo le nostre fragilità – ci “tuffiamo” costantemente nel lavacro spirituale che è la Grazia del Battesimo.

halloween

Neanche per scherzo!

Halloween – Non accontentiamoci delle tante dicerie che cercano a tutti i costi di addolcire e far passare per innocua questa “festa”. Prendiamoci anche solo un quarto d’ora per studiare e documentarci: lo scherzetto non è affatto uno scherzo. Col Male non si scherza, altrimenti ci si fa male.

Sulla tua parola…

Quella di Madre Teresa (come quella dell’apostolo Pietro e di tutti i Santi) è una vocazione che parte dalla consapevolezza che Dio viene a cercarti proprio dove meno te lo aspetti: nel bel mezzo delle tue miserie e dei tuoi fallimenti. Da lì Egli ti risolleva e ti sceglie come Suo prezioso strumento di Amore.

Se hai un Patrono così…

S.Alessandro martire, Patrono della Città e della Diocesi di Bergamo. Patrono è colui che sceglie di sua spontanea volontà di agire da padre e protettore per te, anche se non lo è e non lo meriteresti. Cosa devono fare i figli verso il loro padre? Obbedirgli, imparare da lui, imitarlo, renderlo orgoglioso… Così dovrebbe accadere anche da parte dei figli spirituali verso il loro Patrono. Ma se come patrono si ha un martire?