Argomento: testimonianza

Non giocare a nascondino!

5a Domenica del Tempo Ordinario – Molti cristiani moderni hanno vergogna di ammettere di essere credenti. Preferiscono essere cristiani “in incognito”, per evitare la fatica di essere coerenti con quanto professano, di rispondere di fronte agli altri della speranza che portano dentro. Ma un cristiano vergognoso è inutile, anzi dannoso, perché chi è in cerca della Verità, incontrandolo si scoraggia ancor di più. Dobbiamo essere luminosi e saporiti. Lo dobbiamo al Padre nostro Celeste, che desidera farsi conoscere da tutti gli uomini.

Se hai un Patrono così…

S.Alessandro martire, Patrono della Città e della Diocesi di Bergamo. Patrono è colui che sceglie di sua spontanea volontà di agire da padre e protettore per te, anche se non lo è e non lo meriteresti. Cosa devono fare i figli verso il loro padre? Obbedirgli, imparare da lui, imitarlo, renderlo orgoglioso… Così dovrebbe accadere anche da parte dei figli spirituali verso il loro Patrono. Ma se come patrono si ha un martire?

Dio sa quel che sta facendo

Dio sa tutto

Ascensione del Signore At 1,1-11; Sal 47; Eb 9,24-28;10,19-23; Lc 24,46-53 I discepoli erano proprio uomini come noi, sempre un po’ “fuori posto”. Mi riferisco al loro fare spesso domande fuori luogo. Basta leggere l’inizio del capitolo 14 del vangelo di Giovanni, per farci un’idea: prima Tommaso che domanda «Signore, non...