Argomento: vocazione

Contenuti che riguardano l’argomento “vocazione”

La porta e il guardiano

4ª Domenica di Pasqua (A)

il guardiano e la porta

Prima ancora di definirsi “Pastore”, Gesù si identifica con la porta: è da qui che la Liturgia e la Tradizione hanno cominciato a identificare il portale delle chiese con Cristo stesso, poiché Egli è colui che ci introduce nella casa del Padre. Lui solo è il «mediatore fra Dio e gli uomini».
Se accogliamo il Suo invito a passare attraverso quella “porta” che è Lui stesso, diventiamo “di casa” anche noi in questo “recinto” che è la Chiesa intesa non come luogo o insieme di riti, ma come comunione vera di intenti con Cristo e i nostri fratelli, che ci fa diventare e rimanere «un solo gregge con un solo pastore».

Lampada per i miei passi

3ª Domenica del Tempo Ordinario – “Domenica della Parola di Dio”

la luce della Parola di Dio

Quante volte brancoliamo nel buio, alla ricerca di un senso nella nostra vita? Quante volte tutto ci sembra illogico e inutile? Quante volte il nostro cuore è vuoto e triste? Il motivo è molto semplice: non lo nutriamo di quell’unico cibo che lo può ristorare: la Parola di Dio. Siamo inescusabili noi cristiani se non apriamo le Scritture e non ne facciamo il nostro nutrimento, perché per noi non è come ai tempi degli antichi profeti, quando la Parola di Dio poteva essere solo intuita e intravista. Noi abbiamo ricevuto in dono la Parola eterna e viva del Padre: Gesù Cristo! Sia Lui, Parola fatta carne, la nostra luce, la guida sul nostro cammino.

I Tuoi sogni sono i miei

Il sogno di Giuseppe

4ª Domenica di Avvento (A)
Sognare fa bene, perché ci mantiene sempre bambini e ci fa desiderare la vita. Ma ci sono sogni e sogni! Alcuni ci vogliono ingannare e portarci alla rovina. Altri ci aiutano a diventare quello che il Signore desidera per noi. Sono i sogni di Dio. Proprio quelli che san Giuseppe ha fatto diventare anche i suoi.

Sulla tua parola…

Quella di Madre Teresa (come quella dell’apostolo Pietro e di tutti i Santi) è una vocazione che parte dalla consapevolezza che Dio viene a cercarti proprio dove meno te lo aspetti: nel bel mezzo delle tue miserie e dei tuoi fallimenti. Da lì Egli ti risolleva e ti sceglie come Suo prezioso strumento di Amore.