Argomento: Amore di Dio

Contenuti che riguardano l’argomento “Amore di Dio”

L’Amore che taglia. 28ª Domenica del Tempo Ordinario (B)

La Parola di Dio è più tagliente di una spada a doppio taglio

Per introdurre la riflessione di questa domenica, parto dall’immagine potente della seconda lettura, tratta dalla lettera agli Ebrei: «La parola di Dio è viva, efficace e più tagliente di ogni spada a doppio taglio; essa penetra fino al punto di divisione dell’anima e dello spirito, fino alle giunture e alle midolla, e discerne i sentimenti e i pensieri del cuore». Questa similitudine mi sembra descrivere in modo preciso il fatto raccontato nel brano evangelico, che ci presenta la vicenda conosciuta come…

Continua a leggere →

Il senso delle cose di Dio. 24ª Domenica del Tempo Ordinario (B)

Il senso delle cose di DIo

Abbiamo già meditato questo episodio l’anno scorso ascoltando la versione di Matteo, e già in quell’occasione – oltre al tema del discepolato come «star dietro» all’unico Maestro che è Gesù – avevamo riflettuto sulla battaglia interiore che si svolge in quella sorta di “tribunale” che è il nostro cuore. Anche questa volta mi voglio soffermare a meditare sulla dura risposta di Gesù a Pietro: «Va’ dietro a me, Satana! Perché tu non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini». Ma – prima di addentrarmi nella…

Continua a leggere →

Amicizia condizionata? 6ª Domenica di Pasqua (B)

Amicizia condizionata

Il brano evangelico ascoltato questa domenica è la continuazione di quello di domenica scorsa, e fa un tutt’uno con l’immagine allegorica della vite e dei tralci. Partendo da quella similitudine, ora Gesù ne esplicita il significato e propone l’applicazione concreta: come il tralcio deve rimanere unito alla vite per portare frutto, così noi dobbiamo rimanere nel Suo Amore, perché la Sua gioia sia in noi e la nostra gioia sia piena. Il verbo “rimanere” sta particolarmente a cuore all’evangelista Giovanni… è il verbo della dimora, della frequentazione, e richiama l’esperienza autobiografica del suo primo incontro con Gesù…

Continua a leggere →

L’essenziale è invisibile agli occhi. Domenica di Pasqua

L'essenziale è invisibile agli occhi

Ho scelto come titolo di questa riflessione una famosissima frase de Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry perché trovo incredibile che la testimonianza della verità della Risurrezione venga resa – in apparenza – senza prova alcuna, anzi, in flagrante assenza del “corpo del reato”. Mi si perdoni il linguaggio e il paragone da polizia scientifica, ma… mi sono chiesto: la Liturgia (e gli Evangelisti in primis) non potevano narrarci subito dell’incontro col Risorto, almeno la notte e il giorno di Pasqua? Sia il vangelo della Veglia (cfr Mc 16,1-7), sia quello del mattino di Pasqua hanno in comune un assente illustre: Gesù…

Continua a leggere →

Che spreco! Domenica delle Palme (B)

L'amore non è uno spreco

Di solito alla Messa delle Palme non tengo l’omelia… non solo perché è già lungo e impegnativo l’ascolto della Passione, ma anche perché – come di fronte a un’opera d’arte – ogni parola di commento rischia di essere fuori luogo e una chiosa inopportuna. Perciò, anche qui mi limiterò a «contemplare pubblicamente», come se lasciassi scorrere in libertà e “ad alta voce” i pensieri e i movimenti del mio cuore in ascolto e adorazione. Prima di immergermi nella contemplazione – però – non posso non lasciarmi cullare dalla memoria in questa Domenica delle Palme: mi torna sempre in mente il…

Continua a leggere →

C’è notte e notte. 4ª Domenica di Quaresima (B)

C'è notte e notte...

Il primo passo di questa Quaresima ci ha portati nel deserto, luogo della solitudine, dell’essenzialità e della nostra fragilità… ma anche e soprattutto dell’intimità cuore a cuore con Dio. Il secondo passo ci ha fatti salire sul Monte della Trasfigurazione, per contemplare faccia a faccia il vero volto di Dio, Colui che non pretende nulla, ma tutto dà. Il terzo ci ha fatti entrare nel Tempio che è il nostro cuore, per operare la necessaria purificazione da tutte le immagini sbagliate che ci facciamo di Dio. Oggi siamo in compagnia di Nicodemo…

Continua a leggere →

Dio ci ama, tutti. Natale del Signore 2020

Dio ci ama

Ci si scambiano tanti regali a Natale… magari quest’anno un po’ meno, a causa dell’ennesimo lockdown per la pandemia. Ce ne fa tanti anche il Signore (e non solo a Natale), ma forse non ce ne accorgiamo, perché sono cose che diamo per scontate. Eppure non lo sono…
Pensate – ad esempio – alla salute: in un anno come questo cosa c’è di meno scontato della salute? Eppure quanti di noi ringraziano il Signore di non essersi ammalati di Coronavirus? O di esserne guariti?

Continua a leggere →

4 in matematica. 24ª Domenica del Tempo Ordinario (A)

4 in matematica

Ho già commentato il brano di vangelo di questa domenica in un giorno feriale di marzo, durante il terribile periodo di quarantena per la pandemia, perciò rimando anzitutto alla prima parte di quella riflessione, senza ripetermi qui (v. Di più di “di più”, 17 marzo 2020).
Allora facevo leva sui numeri, ma oggi vorrei abbandonarli subito, perché credo che al Signore non piacciono un granché.

Continua a leggere →